Ecodesign

 Diego Bramato

foto_4

Oggi l’arduo compito di raccontare un tema molto sentito che trova spazio, ricerca e sperimentazione in diversi campi:  l’eco design  attraverso uno dei personaggi di spicco del Din2014 – Fuori Salone (Milano) appena terminato: Diego Bramato, interior e product designer  da sempre interessato alla materia e ad ogni sua “declinazione applicativa”.

Diego opera assieme a Marcello Solazzo all’interno di DIMONDO uno spazio “officina” in cui si sperimenta, si fa ricerca sui materiali, sviluppando e creando prototipi di alto design, interior e light design, oggetti d’arte ed accessori originali e inequivocabili.

DSCN6353 DSCN4909  Sono entrata pian piano nel suo spazio emozionante ed innovativo per scoprire come nascono le sue idee, i suoi progetti studiati in ogni dettaglio, attraverso l’accurata scelta di materiali eco, naturali, riciclati e riciclabili, materie prime a costo zero che si reperiscono facilmente e che siano resistenti.

Arredare oggi più che necessità diventa una forma di divertimento in cui creatività e fantasia si mescolano per dare vita a spazi funzionali ma nello stesso tempo che lascino a bocca aperta l’ospite e lo spettatore. Se poi gli arredi sono ecosostenibili allora anche la nostra coscienza ambientale ci fa l’occhiolino e l’intero contesto diventa riflessione altisonante.

Un esempio interessante della sua arte di design autoprodotto di qualità arriva direttamente dal Din2014, la cui partecipazione non è stata causale ma frutto di un contest vinto (con altri partecipanti) all’interno del contest di Agorà Design 2013 (manifestazione, organizzata da CNA di Lecce con CCIAA Lecce, Confindustria di Lecce, Comune di Martano, Ordine degli Architetti PPC di Lecce, per stimolare l’incontro e di tra artigianato e design nel Salento).

din

La lampada PETRA IA, selezionata per rappresentare al FUORISALONE 2014 a Milano l’eccellenza del design salentino, Petra ia è una lampada per  interni ed esterni realizzata in pietra di Soleto chiamata “petra ia” (pietra viva), un compatto calcare salentino dalla cromaticità luminosa e brillante bianca/gialla con inseriti spot luminosi filtrati da candido vetro opalescente.

    c b dUn altro esempio interessante è la Dora Chair, prodotta in collaborazione con Marcello Solazzo all’interno del lab Dimondo, una poltroncina intrigante, in fibra di vetro e multistrato di betulla, frutto della creatività di Diego Bramato e Marcello Solazzo con l’intervento creativo della fashion designer Mimma Funiati, esperta e specializzata nella realizzazione di capi e accessori in pelle. Dora nasce dall’idea di riutilizzare materiali obsoleti e ridurre gli sprechi di materiali, come pezzi di pelle riciclata con cui sono state rivestite le superfici della Dora creandone un effetto multicolor un po’ retrò dal sapore cubo Rubik.

549176_152698968219109_818453422_n 223591_152698944885778_561218993_n 13125_152698924885780_1758180814_n

Se siete curiosi di osservare le altre opere di Diego Bramato visitate il suo sito io ne approfitterò per farmi fare una consulenza d’interior design per il mio giardino.

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Ecodesign

  1. Cinzia scrive:

    Che maraviglia!! È interessante davvero!!
    …Anch’io vorrei un’officina!!!!

  2. Nicoletta Personal shopper scrive:

    Per me questi sono i veri geni..
    NEW POST

    FACCIADASTILE

  3. Dania scrive:

    È veramente geniale Angela, queste poltrone sono design allo stato puro.
    Grazie per avermelo fatto conoscerem un bacio

    NEW POST

    http://www.angelswearheels.com

  4. carmen recupito scrive:

    E’ un bellissimo articolo Angela. Le poltrone sono stupende ed in effetti mi ricordano il famoso cubo… riutilizzare i materiali è sempre un’ottima soluzione. Un bacione

    Carmen

    http://www.iltoccoglam.it

  5. Brava Angela, bravissima perchè hai dato spazio ad un vero e proprio artista che non conoscevo ma che mi ha molto colpita! Son pezzo unici che da soli possono arredare uno spazio, senza niente altro vicino.
    Don’t Call Me Fashion Blogger
    Facebook
    Bloglovin’

  6. Wowwww un vero artista, chissà cosa si inventerà nel tuo spettacolare giardino.
    Un bacione bellezza (e grazie 😉 )
    The Indian Savage Diary

  7. Elisa scrive:

    Mamma che lavoro! Incredibili

    baciiiiii
    http://www.welovefashion.it

  8. emiliano scrive:

    Sempre alla scoperta del nuovo, bello, particolare…bravissima

  9. Luisa scrive:

    wow,che design stupendo! mi piacciono le cose fatte di legno come le sedie oppure i tavoli,la roba naturale comincia ad essere apprezzata sempre di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.