Intervista a

 Claudio Santi:

la fotografia introspettiva

espo

mostra claudio santi (12)mostra claudio santi (7) mostra claudio santi (8) mostra claudio santi (5) mostra claudio santi (4) mostra claudio santi (1) mostra claudio santi (3) mostra claudio santi (2) mostra claudio santi (6) mostra claudio santi (10)Oggi ho ficcato il naso tra le fotografie di una mostra atipica che si è tenuta fino al 30 settembre nella sede dell’ Espo in via Niccolô dell’abate a Modena.

Una mostra introspettiva che parla di confronti nascita crescita senilità tra generazioni moderne e di ieri. Un capitolo delle somiglianze fisiche ereditate dai nostri genitori confrontate in maniera diretta come l’altra metà di noi,

Alla ricerca del mio io, quello che viene dal passato frutto della genetica della creazione dei nostri genitori. Un lavoro interessante progettato e realizzato da Claudio Santi, tra i futuri personaggi famosi da me intervistati. Eccovi 8 domande a

1. Claudio cos’è per te la fotografia?

La fotografia è per me un motivo di vedere e interpretare al meglio ciò che mi circonda, mettendo una cornice attorno a quello che fotografo, per farlo notare anche agli altri.

2. Quali sono i progetti più interessanti realizzati fino ad ora?

Finora i migliori progetti per me sono:
– Le bugie, a cui sono molto legato.
– Via Emilia 25 anni dopo, i mostri sacri della fotografia italiana.
– Terremoto in Emilia 2012, a cui aggiungo purtroppo era meglio se non accadeva.
– Postericando fotografie di poster strappati.
– Ereditare foto surreali di due persone della stessa famiglia, unite assieme con programma di fotoritocco per valorizzare e rendere ben visibile le somiglianze che ogni persona prende dal DNA di famiglia.

3. Raccontaci il Tuo progetto sull’eredità cosa hai voluto dimostrare attraverso questo lavoro artistico.

Come appena detto ho voluto valorizzare le somiglianze del ceppo familiare che si tramanda da generazione a generazione, siamo dei cloni di noi stessi dove l’unica differenza è l’età che intercorre tra uno e l’altro. Un progetto nato per partecipare al festival di filosofia 2015, il cui tema era Ereditare.

4. Quali sono i tuoi progetti futuri

Intanto porto avanti EREDITARE, che a mio avviso può essere sviluppato in altre varianti che ho in mente e dare altre soddisfazioni.
Per il prossimo progetto sono concentrato nel surrealismo e immagino paesaggi che non esistono. Una sfida nuova che mi affascina. Poi sono aperto ad ogni idea che possa sopraggiungere.

5. Claudio cosa vuoi fare da grande?

A dire il vero sarei già grande avendo passato gli anta, mi piacerebbe poter vivere di fotografia, diventare professionista e continuare a fare i miei progetti come un fotoamatore.

6. Cosa ti aspetti da Modena?

Modena non aiuta i suoi fotografi se non in rare occasioni, cercano di promuovere molto di più i nomi stranieri, forse perché pensano che attirino di più.

7. Quanto è importante la comunicazione oggi per progetti fotografici come il tuo.

La comunicazione è importantissima per far conoscere ad altri il tuo lavoro.
Le mostre ben vengano ti danno il tempo di vedere le immagini con calma e imprimerle nella testa
Per pubblicizzare c’è Internet dove si può condividere in tanti social, blog e sul proprio sito.
Il rovescio della medaglia è che si corre il rischio di passare inosservati in questo mare immenso d’immagini e link e se visti di essere dimenticati 10 minuti dopo.

8. Cosa pensi dei blog in generale?

Solo del bene perché valorizzano e trattano profondamente gli argomenti per cui sono stati creati. Nel senso, tu che hai un blog sulla moda e di moda te ne intendi e la valorizzi creando ogni giorno delle combinazioni diverse di marchi, nel blog di fotografia chi lo gestisce sa di fotografia e si parla di immagini.
In tutti e due i casi si approndisce e si allarga il discorso proponendo varianti sul tema.

Sono stato bravo?

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Intervista a

  1. Noe caro scrive:

    Que maravilla de imágenes. Me encantaría tener este cuadro con mi madre 🙂 … Un beso y feliz día

    http://todreamtheimpossiblemnoeliaco.blogspot.com.es/2015/10/bambi.html

  2. Molto interessante! Kiss kiss Silvia
    Ti aspetto sul mio blog http://www.littlefairyfashion.com

  3. Elisabetta scrive:

    Molto bello e interessa te questo progetto! baci

  4. Maria B. scrive:

    Bellissime foto,molto particolari,trovo che sia un progetto molto interessante.

  5. Lourdes scrive:

    Che bel progetto,queste foto molto belle.

  6. Franci scrive:

    Davvero belle queste foto, molto particolari. Brava Ange che ci presenti ogni volta novità così interessanti!
    Un bacione! F.

    La Civetta Stilosa

  7. Cristiana scrive:

    Grazie per questo racconto, ammetto che potrebbe piacermi fare questa esperienza!
    Cristiana
    http://www.drunkofshoes.it

  8. Coco scrive:

    Che belle foto, complimenti per l’intervista! Baci, Coco et La vie en rose fashion blog – Valeria Arizzi

  9. tr3ndygirl scrive:

    bellissima mostra e stupenda intervista
    buon mercoledì Angy
    un bacione
    tr3ndygirl fashion blog

  10. Patrizia scrive:

    Le foto sono molto belle. Il tema decisamente coinvolgente e interessante. Mi piace!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.