DenimShot

Sofisticatezza e immediatezza del glamour 

loladarling-25

Mescolanza tra maschile e femminile nel mio armadio

loladarling-26 loladarling-27 loladarling-28 loladarling-29 loladarling-30

total look Loladarling

pumps #StayMercury by Vigevano Shoes

Bandò Chiara Fini

ph FaustoFurgeri

Un tempo anche io ero la “perfettina” della situazione. Quella che amava l’ordine in tutti i miei spazi, i miei cassetti, le mie cose. Tutto doveva essere catalogato a vista. Ero così maniaca che anche le mie 360 tshirt erano appese sulle grucce in un armadio tutto per loro. Mi alzavo presto al mattino per pulire la casa da ogni granello di polvere che si sera accumulato durante la notte.  Pulivo i bagni due volte al giorno. La scala in vetro che collega i piani della mia casa e le vetrata che la circondano erano dei cristalli brillanti.

Da piccolina i miei quaderni erano tutti elegantemente rilegati in copertine trasparenti. Usavo le penne stilografiche tutte colorate per scrivere … una passiona che mi sono portata avanti fino all’università. Prendevo appunti a lezione con una collezione invidiabile di ogni tipo di stilo allora in commercio con ricariche di ogni colore…pure i glitter usavo nei miei appunti di microeconomia!

Crescendo ho perso questa capacità. Mi sono lasciata andare al disordine come conseguenza concreta e diretta di alcune scelte che ho sentito essere prioritarie rispetto all’ordine maniacale delle cose.

E pensare che oggi faccio fatica in studio a trovare una biro o una matita appuntita!

Psicologicamente è stata dura abituarsi alle impronte digitali sulle vetrate che sono diventate la base di partenza di tutti i serial televisivi di polizia scientifica. Abituarsi ad aprire i cassetti e non trovare mai le cose che cerchi. Abituarsi ad inciampare nei giochi sparsi per casa ovunque.

Ho iniziato a fare fatica a rincorrere la perfezione. Non dovevo più badare solo a me stessa e alla mia collezione di tazze colorate. Ho capito che vivere nel caos era la soluzione perfetta.  Ho capito che quelle tazze andavano usate, riempite di tè e latte al mattino con due marmocchi e una marito.

Grazie a Dio non esiste più il cambio di stagione. Vuoi perché scelgo sempre capi overseason vuoi perché ho tre piani di guardaroba dove tutto è abbastanza esposto. Anche sulla spin bike e sul tapis roulant trovo borse e cinture appese. Faccio un po’ fatica ma alla fine trovo sempre quello che cerco, in una specie di caccia al tesoro che si aggiunge ai film di crimes e rigore poliziesco.

Vedete questa creazione che indosso in queste foto? Un capolavoro creato da Emanuela Giovanardi ed Adolfo Lugli. Non poteva che finire direttamente nel mio caos. E’ overseason, non devo mai cambiarla di posto. Quindi la trovo sempre!

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration, Myself, Outfit, photography e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a DenimShot

  1. Maria scrive:

    Hai trovato posto per inserirlo? E poi nel disordine prima o poi si trova sempre quello che si cerca, magari chiedendo anche a qualcuno di aiutarti a cercare, tipo la Bibi lei trova sempre tutto.

  2. thechilicool scrive:

    Molto bello, un look che mi piace tantissimo! Adoro il Denim!
    Alessia
    New post
    Thechilicool

  3. Jelena Gojkovic scrive:

    Such a casual outfit and yet you wear it so glamorous! Really good post! Check out mine and share your opinion 😀 http://glamvoyagediaries.blogspot.rs/2016/09/autumn-with-style.html

  4. Lourdes scrive:

    Vero il cambio di stagione non esiste più, meglio cosi.
    Bellissimo il look.

  5. mi ero persa questo post, che bella tutina!!!
    buon giovedì
    <<< tr3ndygirl fashion & beauty blog >>>
    un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *