Aliens Welcome

Pare la #California invece è una delle regioni più sconosciute e belle d’Italia. Per tutti: #Basilicata, per pochi: #Lucania.
Per voi che non la conoscete, sappiate che, se state cercando un buco nero, potreste trovarlo qui.
Altrimenti vi troverete comunque sospesi in uno spazio irreale.
Un altro mondo?
Oppure un altro tempo trascorso o in addivenire?
Oppure siete solo voi, turisti, viaggiatori, avventurieri che, sostando da queste parti, vi sentirete alieni?
Km di strade assolate, circondate da distese di campagne brulle che sembrano dimenticate… e ogni tanto ti sembra di vedere qualche motel on the road.
Proprio come fare un viaggio sulla strada più famosa d’America, ma non è la #Route66 è la #Basentana.

Il mio trenino si ferma a #Ferrandina, luogo in cui sono nata e un po’ cresciuta un giorno di tanti anni fa.
Non l’avrei mai detto, che la mia stazione sarebbe entrata in competizione con la Stazione #Calatrava dove transitano solo i grandi treni veloci…
Credo che questo luogo, sia diventato molto più affascinante poichè è “poesia di spazi temporali” e io adoro i buchi neri.
L’unico approdo per chi volesse entrarvi è proprio questa #stazione che #SergioRubini ci farebbe un film oppure ci farebbero la scenografia per l’ultimo romanzo fantasy di #HarryPotter.
Bene, qui sbuca una poesia silenziosa, solenne, dolcemente arrogante che si legge cubitale in fronte “Aliens Welcome”. #AliensWelcome.
Una scritta che confeziona questo luogo come un monumento d’arte contemporanea per regalarlo ai posteri.
Vale la pena fare un giro quí anche solo per farsi una foto – facendo diventare questo posto un monumento d’autore. Oppure, che dico, ehm ci potremmo fare magliette, cappellini e souvenir, oppure aprire motel e ristoranti a tema … mah … non siamo americani.
Dai statevene a casa vostra, lasciamo questo posto agli intenditori, ai poeti, agli scrittori, ai registi, agli attori, agli artisti, ai nativi, a tutti colori che cercano l’essenza della vita… e non riescono più a trovarla nel caos che è il resto del mondo.

*(arte pubblica sostenuta dalla Fondazione Matera Capitale Europea della Cultura 2019 realizzata da M. Rubino, A. Nolè)

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration, travel e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.