Fenomeno Fashion Blogger

Ricomincio da ME

Il fenomeno blogger non è da sottovalutare, credo fermamente che sia il futuro,

un futuro dove non ci sono più grandi nomi a soffocare la voce ed il talento di ognuno,

ma dove il singolo diviene voce dei molti.

Azzura Itri Fashion designer Onesoul

Intervista

Angela&Anna Angelacolori21 AngelaPavese21 AngelaPavese2102 AngelaPavese2103 AngelaPavese2105 AngelaPaveseTeam Sorriso Angela Spettatori

Outfit total look by ONESOUL

Shoes DellaPaolini

Watch Daniel Wellington

bag my walk reporter pavesina per Bewhy

necklace Fabira

ph Veronica Barbato VB

Riassumo in breve i punti fondamentali dello speech della Fiera del Lavoro (QUI una piccola anteprima) tenutosi al Castello di Spezzano, da me, Azzura Itri (fashion designer Onesoul), Gianluca Piola (responsabile Marketing Ventifive) su:

“Come si costruisce una Comunicazione i fashion blog e le aziende”

Le fashion blogger (FB) tutte, di serie A e di serie B formano il mondo della comunicazione web sulla moda e lifestile fashion. Internet ha rivoluzionato gli equilibri tant’è che si comprano addirittura meno riviste in cambio si sfogliano pagine web. Sono tantissimi i brand che stanno investendo nella comunicazione on line e il canale blogger è tra i primi richiesti.

Le fashion blogger stanno cambiando il modo pubblicitario e commerciale di trasmettere il messaggio dal brand all’utente finale. Le  fashion blogger hanno reso dinamiche le interconnessioni tra brand e privato, trasformandosi in anello di congiunzione tra il brand e il consumatore.  Analizzano il capo, lo indossano, sono prima di tutto persone, parte della massa dei consumatori. Non sono modelle, non sono stiliste, non sono styilist, non sono agenti di commercio. Sono delle creative, funzionali alla crescita di un brand in termini di visibilità, di immagine, di valorizzazione del prodotto e di inserimento dello stesso nel mercato, in altre parole le blogger suggeriscono combinazioni non scontate di outfits alle potenziali clienti/followers/lettori, racchiudono impressioni su un prodotto attraverso una recensione, generano contenuti per i social media, trasmettono interesse verso quel prodotto ed aumentano il numero di followers. Attraverso l’influenza che loro esercitano sul mercato dei consumatori, se generassero indirettamente anche un aumento dei fatturati allora sarebbe il massimo ma questo le blogger non possono garantirlo. 

Oggi gli acquisti non sono più di impulso ma meditati, frutto di ricerca e di studio, ecco che il FB diventa di supporto e di aiuto nelle scelte  d’acquisto dando visibilità ad un prodotto magari ancora sconosciuto. Magari i consumatori non compreranno proprio il prodotto promosso attraverso il blog ma uno simile e ne imiteranno l’outfit, lo stile, l’abbinamento seguendo in tal modo il suggerimento intrinseco espresso dal diario fashion.

Nascono come diari “quotidiani” ma poi diventano “quasi quotidiani” di moda on line con uno stile personale proprio di ogni blogger, diventano in altre parole WEB PUBLISHER e quindi FORMATORI DI OPINIONI IN UN VILLAGGIO GLOBALE CHE è IL WEB e che ha ripercussioni sulla vita reale direttamente.

Purtroppo moltissime aziende dedicano a questo canale grosse quantità di merce da scambiare in cambio di post e finché ci saranno blogger che accetteranno di riempire l’armadio invece che il portafoglio il fenomeno resterà pregiudicato a sfavore delle blogger professioniste che con questo strumento ci vivono.

Il fenomeno di massificazione delle blogger? Si ce ne sono troppe e il fenomeno ormai super inflazionato rischia di diventare dispersivo se non addirittura ridicolo. Gli uffici marketing delle aziende dovranno essere molto attenti e selettivi nella scelta di un blog a cui affidare la comunicazione del loro prodotto affinché l’immagine del brand non risulti pregiudicata. Ma di questo vi parleremo in un’altra occasione.

Ringrazio Azzurra Itri e Gianluca Piola per i loro interventi. Ringrazio Veronica Barbato VB fotografa artista per questi scatti. Ringrazio tutti i partecipanti presenti. Ringrazio Laura Corallo promotrice dell’Iniziativa Fiera del Lavoro per avermi invitata e grazie a Sassuolo2000.it per averne parlato

Alla prossima!

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration, Myself, Outfit, photography e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Fenomeno Fashion Blogger

  1. Francesca R scrive:

    Angela quello che hai scritto e detto e’ sacrosanto, hai descritto esattamente cosa dovrebbe essere un fashion blogger…..peccato che il 90 % se lo sia dimenticato e i blog si siano trasformati in contenitori irreali, tu lo sai benissimo come la penso io. Pochissimi mantengono viva la cultura del blog come espressione personale. Ora, come nel settore editoriale, e’ diventata solo competizione……
    Comunque brava!!

  2. Che posso dire…
    Da quando mi hai letteralmente aperto gli occhi, ho capito il potenziale che ha ogni fashion blogger e, purtroppo, lo sfruttamento da parte di alcuni “brand”.
    Questo post dovrebbe essere una linea guida per entrambe le parti (per me di sicuro lo è).
    Un bacione
    ps: eri bellissima in questi scatti.
    Maggie D

    The Indian Savage diary

  3. Paola scrive:

    Bellissimo questo post Angela, condivido pienamente i contenuti e mi piacciono moltissimo le immagini!
    Baci

  4. Dania scrive:

    Sono assolutamente d accordo con te anche se forse io mi sento di aggiungere che, comunque quando si parla di moda bisogna avere alla base almeno un minimo di competenze per saper spiegare una collezione, dire il “perchè” si è costruito un outfit in un certo modo, sapere cosa sta alla base dello stile di un determinato designer.
    Io sono sincera, ogni tanto apro blog, leggo la recensione di un braccialetto in plastica e mi dico “Boh???”
    Ma questa ècla mia opinione ci mancherebbe.
    UAN BACIO SUPER BLOGGER

    NEW POST

    http://www.angelswearheels.com

  5. The averdad you’re absolutely right!
    Also are arising too many blog, and some brands too abuse of this type of advertising.
    Great photos!

    Greetings beautiful!

  6. Elisa scrive:

    OOOO che bell’evento diciamolo allora! e tu superfica!
    bacioni

  7. Nicky scrive:

    ciao Angela, hai scritto esattamente ciò che un fashion blog dovrebbe essere, le stesse aziende dovrebbero fare una selezione più accurata e le fashion blogger, proprio per non sminuire la categoria, dovrebbero essere tanto intelligenti e professionali da non considerare il loro spazio come ricevitore gratuito di merce… spero che ci sia un cambiamento che si valorizzi sempre più il made in Italy .
    Tu comunque sei davvero stupenda in queste foto, mi piace anche il look che hai scelto
    Un abbraccio

  8. carmen scrive:

    Ciao Angela, piacere tutto mio! E’ un post molto interessante sopratutto per chi come me e’ nuova in questo settore, ho preso appunti….grazie!
    http://www.mrsnoone.it
    kiss

  9. mari scrive:

    Ho letto con molta attenzione la tua disamina, per me molto utile, essendo una novellina rispetto a te e a tante altre quotatissime blogger. Nel mio piccolo, cerco di evitare, come dice Nicky, di essere un semplice contenitore di merce ma di valorizzare la qualità, l’artigianato, il Made in Italy o comunque il Made con qualità. ci provo e spero di riuscirci
    sei splendida e adoro One Soul

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/placid-blue-dress-jacket/
    grazie
    Mari

  10. MilanoTime scrive:

    E’ un post molto utile!
    Sei molto carina in questi scatti!
    baci
    http://www.milanotime.net

  11. Roberta scrive:

    Molto interessante come argomento di discussione, è una tematica con cui mi interfaccio quotidianamente per svariati motivi, purtroppo è il rovescio della medaglia di un web che per ora vive come se si fosse in una “terra di nessuno”, bella per questo ma in alcuni casi nebulosa.

    un saluto 🙂
    Roberta
    Visual Fashionist
    Style Factor

  12. lucia scrive:

    ho letto attentamente ciò che hai scritto e sono concorde e condivido a pieno le tue idea, il tuo pensiero, riguardo alle fashion blogger. Al loro impegno e alla loro professionalità di comunicare sia con l utente, massa di consumatori, sia con il brand che cerca un nuovo modo di pubblicità per il loro prodotti.Un modo nuovo, fresco e libero di commercializzare il prodotto ai consumatori per il tramite di Fashion blogger, persone capaci di trasmettere tutte le qualità ottime del prodotto che vogliono pubblicizzare.Sono, come donna ,mamma e libera professionista, entusiasta di questa figura ,fb, perchè permette di capire meglio e con un attenzione in più, il prodotto che sto per acquistare. Grazie Fashion Bloggger!!!!!

  13. veronica scrive:

    Un post molto interessante Angela e che bell’evento!
    Un bacione!
    Passa a trovarmi VeryFP

  14. Thechilicool scrive:

    Non posso che condividere in pieno quello che hai scritto.
    Alessia
    THECHILICOOL
    FACEBOOK
    Kiss

  15. Great post!!! lovely photos!!!

    Federica
    http://www.thecutielicious.com
    The Cutielicious

  16. Eleonora Grande scrive:

    Da ” consumatrice”, come sai, se decido di scegliere in base a quello che vedo, dei giornali di moda -che spesso propongono modelli improponibile per le donne “comuni” me ne faccio poco: ti ho sempre detto che apprezzo il tuo lavoro di F. blogger per l’attenzione che ci metti, per la scelta degli outfit che proponi e che possono essere replicati e personalizzati e infine, per lo spirito sempre allegro dei tuoi post.

  17. Alessandra scrive:

    Come sai, cara amica, la penso esattamente come te: hai fatto uno splendido intervento, sei stata incisiva e sincera.
    Per me la fashion blogger dev’essere una promoter della moda, un’opinionista, che poi si scelga la linea della blogger-fotomodella alla Vogue oppure la linea della blogger donna della porta accanto, son scelte personali ed entrambe a mio avviso apprezzabili.
    Mi auguro che in futuro ci possa essere un cambiamento nel rapporto blogger-brand, perché sinceramente al momento il panorama è avvilente: tra blog fatti in serie senza alcuna personalità, brand che danno merce pensando così di sfruttare la categoria, e brand che sembrano non fare alcuna selezione nell’affidare la loro immagine a tutte e a ciascuno, senza distinzioni di stile e contenuti di un blog, il fenomeno visto dall’esterno rischia di diventare davvero, come tu hai detto, ridicolo. Penso che molto dipenda ora dai brand: un brand non può pretendere uno che gli si faccia pubblicità gratis, e due dovrebbe essere più attento e selettivo nella scelta delle collaborazioni, infine coinvolgere di più la blogger a livello di marketing.
    Un bacione
    Ale
    http://stylosophia.wordpress.com

  18. Aurihelen Paiva scrive:

    Dovresti ringraziare anche me per la consulenza…

  19. Nicoletta Personal shopper scrive:

    Questo post e’ molto interessante ed educativo sul nuovo modo di vedere la moda.. Un fenomeno che nella piccola città ancora non e’ molto percepito … Foto in bianco e nere sono stupende..
    NEW POST

    FACCIADASTILE

  20. Cinzia scrive:

    Complimenti!
    Come sempre impeccabile!
    Professionale e intelligente, non solo perchè sei una persona laureata! Sai sempre cosa dire e come dirlo senza mai offendere nessuno! Questo al di là della bellezza esteriore che non ti manca, sei bella pure dentro!
    Sono fiera di esserti amica!
    Continua così! Bravissima!!!
    Cinzia

  21. Cristina Lodi scrive:

    Condivido tutto quello che hai scritto… penso e spero che ci sia ancora spazio per un qualcosa di diverso… ma vedere che ci sono persone che lottano per questo mi da fiducia!
    Baci
    Cri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.