La Fabbrica Blu

… cimeli industriali da salvare.

Potessi avere tanti soldi la comprerei io!

Belle, affascinanti, senza tempo. Perche le automobili super fast hanno qualcosa di magico, vivono  la realtà e immaginano il futuro.

Mi fanno sognare con il loro suono e invece questa storia che sto per raccontarvi mi commuove ogni volta.

Vivo nella Motor Valley. Emilia Romagna. Modena. Dove Ferrari, Maserati, Lamborghini si contendono il titolo di più bella, più potente, senza tempo.

Senza scendere nei tecnicismi, per me la Bugatti rimarrà sempre grande da sfiorare l’infinito, blu audace come il colore con cui amava vestirsi.

Il primato è di un italiano Ettore Bugatti emigrato in Alsazia (Francia) Molsheim, dove fonda la sua fabbrica di auto mitiche, le superfast car Bugatti, destinate ad una clientela ricchissima e  selezionata. Fallita nel ’63 la Bugatti rinasce a Campogalliano, grazie a Romano Artioli che, ne rileva il marchio per continuare a costruire quelle automobili dalle forme  avveniristiche, come la EB 110 12 cilindri a V con 560 cv, l’auto più veloce e bella del mondo. I costi elevati per realizzarle pare abbiano portato al fallimento anche la seconda impresa.

Oggi nell’ex fabbrica abbandonata di Campogalliano, chiusa da oltre 20 anni, tutto è ancora intatto, solo il tempo, inesorabile, lascia invecchiare quella enorme struttura che si erge come un museo e colora l’Autosole di blu distraendone gli automobilisti con la sua maestosa bellezza. La produzione è ora nelle mani di Volkswagen.

L’ex fabbrica della velocità e della bellezza è stata rilevata all’asta e giace addormentata. Vegliata da un custode che, per quel che è possibile cerca di tenerla in vita. Sembra un museo che racchiude un pezzo della storia italiana dell’automobile di lusso, una struttura iper moderna, caratterizzata da grandi spazi luminosi. Costruita già negli anni ’90 con tecniche automatizzate e avanzate nel concept, nel design e nella sostenibilità ambientale.

Abbiamo visitato l’intero stabilimento dove abbiamo realizzato lo shooting per Teetopia.

Ho selezionato alcuni scatti da dove si vede la bellezza del posto e qualche immagine fugace che sono riuscita a catturare con Iphone durante lo shooting. Vi consiglio di visitarla!

Teetopia official Ambassador Angela Pavese
Art Director Eleonora Falasco
Photography Big Eyes Photography By Francesca Terenziani

Make Up Artist Eleonora Tomasini

Hair Stylisti Le Coiffeur Modena

Accessori Monica ArmoniediMò – jewels by Monica Marchi

Si ringrazia Bugatti Ex Automobili di Campogalliano per la location

Questa voce è stata pubblicata in Event, Inspiration, photography e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 Response to La Fabbrica Blu

  1. Maria scrive:

    Che bella storia ma allo stesso tempo anche un po’ triste per aver fallito due volte, grazie per avercene parlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.