L’idratazione e il pensiero positivo

Quanta acqua bevete durante il giorno?
Ho scoperto che per idratare il nostro corpo non basta solo bere. È necessario integrarsi per mantenere l’idratazione costante.
Per esempio evitare i cibi confezionati, poiché sono pieni di sale, che disidratano il corpo e preferire alimenti freschi quali frutta e verdura. Preferire gli ambienti aperti, dove si può godere della temperatura naturale esterna, evitando gli ambienti artificiali. Evitare i farmaci. Evitare di stare seduti troppo a lungo.
La disidratazione ha talmente tante conseguenze negative sul nostro organismo, che ho interrotto la ricerca, perché mi sentivo la gola secca per la paura. E allora mi sono fermata un attimo e ho analizzato le mie abitudini.
Mangio molte verdure. Faccio tanto sport. Non uso farmaci. Mi integro con il magnesio e la vitamina C. Non bevo la Coca Cola ma ogni tanto mangio le patatine … Nutro la pelle con oli e creme speciali, mattina e sera, rispettando i ritma circadiani. Bevo acqua ionizzata. Mangio noci, olive, avocado.
disattivo il wifi di notte e uso lo smartphone in maniera equilibrata.
Vivo immersa nella natura e percorro in media 10 km al giorno.

Infine Galleggio una volta a settimana in una vasca piena di magnesio ai sali epsom – #SpazioFloat

Tutto bene fino ad ora? Tutto bene!

Spesso però, resto intrappolata in uno stato di negatività che mi avvelena le giornate. Una sorta di follia, credo, per la quale mi serve:
Concentrazione, collaborazione e disciplina.
Ecco la causa della disidratazione! La negatività!
La negatività produce stress e ansie e di conseguenza disidratazione. Questo lo dico io e non google!

Siate felici e positivi e buongiorno!

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.