Fashion in the kitchen

Viaggio in cucina
Kitchen Rebel 

Se sapessi cucinare non lo farei!

Parola d’ordine: Caos, divertimento, utopia.

Questi scatti mi piacciono molto e anche se l’anno non è ancora finito credo che passerà come il mio scatto preferito del 2017.
Fatti da Chiara Gasbarri, la fotografa che tutte le blogger vorrebbero avere … ma è impossibile.

Dove mi trovo? Ero in La Cucina Con Vista, il pezzo forte di Villa Mercede a Frascati, dove ho trascorso parte della mia bella stagione fino ai primi di Ottobre, nel team pazzo di NinniSenzaFreni.
E come ti vesti quando cucini? In smoking no? Quello di NinniSenzaFreni, da indossare rigorosamente di sera, mica in cucina!
I miei capelli li ha pettinati lui Marco Terzulli, l’uomo contemporaneo che ci ruba la scena nell’ultimo fashion film della collezione di Ninni SZ.
Il mio trucco? Ci ha pensato sempre Marco Terzulli. Ve l’ho detto che lui è l’uomo contemporaneo!
Ma qui a proposito il mio rossetto rosso di Chanel nemmeno si vede!

Io resto in cucina a preparare le cicorie e se vi servisse una chef a domicilio … eh non chiamate me!
Ve l’avevo detto che il mio fattore X è l’imperfezione. Quella che mi inquieta e che mi rasserena.

Piuttosto guardate, osservate, ammirate l’abito in tulle di Ninni Senza Freni. Cosa vi trasmette? Vi piacerebbe indossarlo? Vi andrebbe di fare un gioco con me? Ditemi se vi piace e in quale occasione lo indossereste?

***

Si ringrazia Eleonora Falasco, art director, Allegra Lusini di Argella Production video maker, Chiara Gasbarri photographer, Nadia La Bella blogger di Asmileplease e Angela Pavese Blogger di Imperfecti, Camilla Carotenuto Modella, Marco Terzulli, influencer.

Si ringrazia inoltre Villa Mercede per la location, Ganesha Style per hair and make up style.

Questa voce è stata pubblicata in Event, Inspiration, Myself, Outfit, photography e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Fashion in the kitchen

  1. Maria scrive:

    Se ti presenti in smoking in cucina e sicuro che nessuno ti chiama per cucinare, magari per dirigere o per assaggiare i piatti quello si, qualcuno ti potrebbe chiamare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *