Zerododici

A volte sono le persone che nessuno immagina possano fare certe cose,  quelle che fanno cose che  nessuno può immaginare. 

(Alan Turing)

look Ofelia (11)

ofelialook Ofelia (10)look Ofelia (13) look Ofelia (14) look Ofelia (15) look Ofelia (8)

ph Eleonora Pegorini per Evento Monza del 20/3/2015

Total Look Ofelia

Tacchi Della Paolini

Appartengo a quella generazione di fenomeni dove le canne erano solo quelle da pesca. Ho sempre odiato il fumo delle sigarette e al ricordo delle notti trascorse nelle disco, con la mia migliore amica di un tempo, quasi vacillo al pensiero che, 16 anni fa, respiravamo quel fumo per ore, prima di uscirne fuori mezze assonnate e odorose di tabacco bruciato.

Tempi lontanissimi. Un’altra vita. Un’altra me. Un’altra moda. Correva l’anno 2000. Io ero alle prese con la pratica di Dottore Commercialista e a breve avrei dovuto sostenere l’esame di stato. Ho sempre adorato vestirmi bene e ricordo che in quel periodo ero addirittura paranoica. Seguivo le tendenze con cura maniacale. La donna partiva dalla taglia 42 e la 38 esisteva solo alla 0-12.

All’epoca pesavo 48 KG, ero magrissima e la triste verità era che riuscivo a trovare le mie taglie solo alla Benetton 0-12. Ricordo che dopo aver indossato i capi, dovevo comunque mettermi una cintura poiché mi cadevano giù. Non ero poi giovanissima, mi affacciavo ai trenta anni curiosa, attenta, ma sempre con tanta energia da smaltire nonostante mangiassi solo “becchime”, come dice sempre una mia cara amica quando ritrovandoci dopo tanti anni riporta in auge la mia strana alimentazione di quel tempo, tra cereali, yogurt, frutta e tanta palestra.

Facevo shopping ogni venerdì della settimana. Era l’epoca del benessere, del consumismo sfrenato e della singletudine. Ero contenta se riuscivo a fumarmi l’intera carta di credito in un giorno, mica le paglie!!! Comunque anche allora non ero mica normale. Ogni settimana dovevo vestirmi con qualcosa di nuovo. E durante il periodo delle Disco affumicate anche il mio armadio era vestito prevalentemente da sera.

Ricordo anche che, stufa della 0-12, (era ora direte voi!), presi a vestirmi da Patrizia Pepe che allora era ancora non solo una mezza sconosciuta, ma era tra i pochi brand che realizzava la taglia 38. Conservo ancora capi della Pepe dell’epoca talmente piccoli che oggi sono un po’ come delle reliquie.

Col tempo le cose cambiano, si cresce (infatti sono arrivata alla 42 eh), si diventa grandi. Qualche cambiamento l’ho subito anche io, ma non sono ancora diventata “grande”. La mia vita è da sempre un posto meraviglioso dove trascorrere il mio tempo.

Questa voce è stata pubblicata in Myself, Outfit, photography e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Zerododici

  1. Ogni tanto ci si sofferma a pensare e a ricordare, momenti o dettagli, indimenticabili della propria vita.
    Amo quei sandali!!! Kiss
    “Creare con Spreadshirt” ora sul mio blog http://www.littlefairyfashion.com

  2. Maria scrive:

    Anche a me il fumo non è mai piaciuto anche se in tempi lontani ho provato a fumare ma niente non è per me. Molto bello il look.

  3. Lourdes scrive:

    Anche io purtroppo sono sempre andata alla 0-12 se volevo indossare qualcosa, altrimenti dovevo fare parecchie modifiche, come accade ancora adesso di accorciare qualcosina. Bei colori al look che indossi.

  4. Veramente favolosa **
    un bacio

    Francesca

  5. Mariangela scrive:

    Che bella cosa che hai detto: la mia vita è un posto meraviglioso dove vivere! Io ne farei un motto, non pensi? Da scrivere su borse e magliette, positivo come pensiero è rassicurante. Con tanta consapevolezza. Si perdono le incertezze della gioventu’ ma si trovano queste perle di saggezza. Sei una grande !!! Ti stimo❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.