Fashion tips per prepararsi all’inverno

… che le foto mica devono sempre essere perfette

Ecco che poi arriva anche il mese che ti devi per forza mettere le calze. Il mese che odio di più in assoluto. Novembre. Denso di nebbia, di pioggia, di freddo. E poi il buio alle 16 del pomeriggio è spiazzante. Io povera creatura solare che faccio? Mi sposterei volentieri  al sole dei Tropici e dopo le ultime proposte di mio marito come non potrei. Lui dice che Miami è la mia città. Ha proprio ragione! Ci vado con Loladarling a Miami ok? Siete tutti d’accordo?

La disillusione grintosa e appassionata, agitata – non shakerata

La vita è il luogo dove impari ad essere te stessa. L’importante è non avere fretta, altrimenti diventiamo vulnerabili.
Bisogna armarsi di pazienza.
Prima viaggiamo per anni nell’iperspazio di interstellar che congiunge passato, presente e futuro.
Poi all’improvviso veniamo catapultati nella giungla urbana ed io per caso mi sono risvegliata in questo splendido giardino della campagna emiliana, come a casa mia. 
La giungla è a due passi da qui. Servono strategie efficaci di sopravvivenza e poi tanto humor per essere campionessa assoluta di sorrisi.

La creatività è una mia spudorata alleata che mi aiuta a destreggiarmi in mezzo alle sfide della giungla per cercare la bellezza.

La vera forza sta nella testa, quella che mi permetterà di non confondere la bellezza con i narcisi. Ora mi preparo al mio rito privato: la beauty routine d’autunno.  Le temperature stanno calando è l’ora della disillusione! 

Ora vedete, quando ero incinta di Andrea quindi ben 11 anni fa, tra gli effetti collaterali mi era presa una tale pigrizia che mi vestivo sempre e solo in tuta. Ma volevo solo quelle di Adidas con le bande laterali. Ricordo che ero diventata una maniaca del look sporty pregnant woman e ogni giorno avevo uno sporty pant di colore diverso. Ora a distanza di tempo li ho tirati fuori e voilà eccoli nei miei look più grintosi. Vi assicuro che non sono incinta!

 

Un blog come condivisione e network per crescere insieme come team come percorso di crescita.

Così racconto e scrivo storie sulle emozioni che mi suscitano i capi che indosso le scarpe che porto alcune le faccio anche io, gli accessori con cui mi impreziosisco la scena. Sono molto selettiva. Ma alla fine viene fuori quello che ho dentro mi sento vibrare nei miei abiti sento quella felicità che mi fa stare bene risuona dentro di me quella emozione che mi fa stare bene giocare vivere liberamente ecco mi ritrovo. E cosi posso raccontarmi al mondo.

Proprio come quando fuori piove da giorni che devi uscire con le galosce e farti prestare l’arca da Noé per andare a prendere i bimbi a scuola. Che si sa in pianura padana è tutto una pozzanghera alla Peppa Pig. Che il trench di Lola non basta, serve lo scafandro, ma poi se sotto ci metto l’ultima felpa di Adidas, completamente in satin liscio, leggermente elasticizzato ma non troppo, infatti ho dovuto prendere la 42 nonostante la riduzione delle tette, bé allora anche le giornate bagnate diventano simpatiche, tanto il sole prima o poi ritorna sempre.

Usa il tuo presente, perché la creatività non si programma viene da sé.

I social sono macchine alla moda che coinvolgono tutti consumatori armoniosamente in profondità. E’ necessario: catturare l’attenzione del pubblico con una storia che susciti immaginazione ed emozioni; osservare sempre il pubblico e prima di parlare o scrivere, contare  fino a tre, molto lentamente; usare un tono deciso off line, poiché il pubblico esiste davvero, siamo noi.

Fuori piove ed io non so mai come vestirmi, poiché non ho l’alternativa sensuale ai tacchi. Allora mi devo rassegnare ad indossare un paio di polacchini a calzino, che sono anche comodi e con la punta di vernice mi danno lustro al look. Pantaloni stracciatissimi con una tunica a rete di quelle che sono sicura di catturare tutti i pesci delle pozzanghere. Una giacca nera che è di seta ma dalla foto si vede e si sente poco ma fidatevi è liscia e preziosa come una carta di credito. Infine un panama a falda larga che adoro comprato nella mia città preferita, Palermo.

Questa voce è stata pubblicata in Inspiration, Myself, Outfit, photography e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fashion tips per prepararsi all’inverno

  1. Che bel post e che look belli e originali. Complimenti! Kiss
    Nuovo post “Un’avventura fuori dal tempo con “I Leggendari – Le Porte Di Avalon” ora su http://www.littlefairyfashion.com

  2. Maria scrive:

    Tu non hai problemi a vestirti solo quando piove ma anche durante tutto l’anno, non sai mai cosa mettere.:-)
    Ha ragione tuo marito la tua città è Miami.

  3. lourdes scrive:

    Molto carine le foto e bei look.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *